Il rituale dello Shirodara deriva dall’antica medicina indiana dell’Ayurveda e possiede le caratteristiche di una terapia di benessere il cui compito è quello di favorire il recupero della vitalità essenziale del nostro corpo. Il trattamento consiste nel far colare sulla fronte, nella zona fra le sopracciglia, quella in cui secondo la tradizione indiana vive il terzo occhio, dell’olio caldo medicato.

Esiste una fase di preparazione pre-trattamento, durante la quale viene realizzato un massaggio alla testa (siroabyangam) per iniziare chi riceverà lo Shirodara al rilassamento totale. Dopo il massaggio alla testa, viene poggiata la mano sinistra sulla fronte e la destra massaggia invece la nuca e il collo, fino al trapezio e termina avvolgendo le braccia.

Il massaggio ayurvedico Shirodara inizia mettendo la testa e metà schiena su una tavola di legno scavata e leggermente rialzata, e coprendo interamente il corpo. Terminato ciò, si lascia fluire lentamente e costantemente l’olio caldo sulla zona del terzo occhio. Il sottile rivolo di olio caldo produce un rilassamento profondo e contribuisce a calmare la mente.

Il trattamento ha una durata di circa mezz’ora e produce effetti benefici sul sistema nervoso centrale, lasciando buon umore, favorendo il sonno, dando benefici nei disturbi come emicrania, cefalea, nervosismo; aumenta l’intuizione e attiva l’ipofisi, la ghiandola che controlla, attraverso la secrezione di numerosi ormoni, l’attività endocrina e metabolica di tutto l’organismo.

euro 90

torna indietro